Logo Università degli Studi di Milano



 
 
Notizie  

14-15-16 novembre 2014: Bookcity Milano

Logo Bookcity Milano

Programma della partecipazione del Dipartimento di Filosofia a Bookcity Milano 2014.

 

Venerdì 14 novembre

Incontro con l’autore. Si può psicanalizzare un personaggio di finzione? E cosa può dirci la psichiatria sulla vita interiore di un artista? Prendendo spunto da uno dei più grandi romanzi della letteratura occidentale, I fratelli Karamazov, l’incontro intende indagare Dostoevskij e i suoi tormentati personaggi, dilaniati da conflitti morali, religiosi, generazionali e politici. L’incontro prevede la presenza di Antonio Semerari (Direttore del III Centro di Psicoterapia Cognitiva di Roma) e di tre docenti dell’Università degli Studi di Milano: Gianfranco Mormino (filosofo), Damiano Rebecchini e Raffaella Vassena (slavisti).

Si parlerà di: A. Semerari, Il delirio di Ivan. Psicopatologia dei Karamazov, Laterza, Roma-Bari 2014

Con: Gianfranco Mormino, Damiano Rebecchini Antonio Semerari, Raffaella Vassena

Aula 102, ore 16.30-18.30

 

Un filosofo in carcere. Parole e musica per il Rinascimento

Una presentazione di volume con lettura di testi e musica. Carcer, dialogo cardaniano, sinora inedito, mette in scena due filosofi, lo stesso Cardano e l’amico Filalteo, che discutono del carcere come luogo di contenzione e come metafora della condizione dell’uomo nel mondo: la filosofia vi appare come terapia dell’anima e rimedio alle miserie dell’esistenza. Luca Toccaceli leggerà passi dell’autobiografia di Cardano; Cristina Miatello (voce) e Massimo Lonardi (liuto) eseguiranno il Lamento di Cardano e tre madrigali di Vincenzo Galilei, padre di Galileo.

Si parlerà di: Girolamo Cardano, Carcer, edizione a cura di M. Baldi, G. Canziani, E. Di Rienzo, Olschki, Firenze 2014

Con: Marialuisa Baldi, Guido Canziani, Eugenio Di Rienzo, Dino Messina (“Corsera”)

Biblioteca di Filosofia, Ghiacciaia, ore 17.30-19.30

 

Sabato 15 novembre

Il nutrimento materiale e spirituale dell’uomo

L’alimentazione, l’energia, il pianeta e la vita. I grandi temi posti Expo 2015 riguardano il rapporto fra uomo e natura e sollevano alcune questioni fondamentali: il pianeta è consegnato all’uomo per il suo “dominio”? O è intoccabile come qualcosa di “sacro”? A partire dal nesso tra bisogno e desiderio, il confronto su una possibile «ecologia dell’uomo» affermando la necessità di un «nuovo umanesimo», indispensabile ad assicurare il futuro delle nuove generazioni.

Si parlerà di: A. Scola,Cosa nutre la vita?, Ed. Centro Ambrosiano, Milano 2013

Con: Card. Angelo Scola (Arcivescovo di Milano), Giulio Giorello, Roberto Righetto (“Avvenire”)

>> Aula 211, ore 11.00-13.00

 

Il medium e il messaggio: la trasmissione delle informazioni nelle lingue parlate, nelle lingue visive e nelle lingue tattili.

I segni linguistici delle lingue parlate sono trasmessi attraverso il suono. Nelle lingue segnate usate dalle comunità dei Sordi, il canale di trasmissione è visivo. Nella comunicazione delle persone Sordocieche, il canale di trasmissione è tattile. Queste differenze influiscono sull’informazione che viene trasmessa? È possibile trasmettere le stesse informazioni usando canali diversi? Oppure certi canali sono intrinsecamente più poveri di altri dal punto di vista della trasmissione delle informazioni? Discuteremo questi problemi in un laboratorio a cui parteciperanno dialoganti Udenti, Sordi e Sordociechi. L’evento è sponsorizzato dalla Lega del Filo d’Oro.

Con: Carlo Cecchetto, Alessandra Checchetto, Carlo Geraci, Alessandro Zucchi,

Aula 104, ore 15.00-17.00

 

Le età della vita: le generazioni tra dialogo e conflitti

Incontro con l’autore. Nella canonica divisione tripartita della vita umana, oggi la maturità si restringe, mentre la giovinezza e la vecchiaia si dilatano. Muta la trama dell’esistenza individuale, si indeboliscono i legami sociali e la fiducia tra le generazioni. Si potrà introdurre tra loro un nuovo, più equo e più lungimirante patto? Come restituire le risorse materiali e immateriali alle giovani generazioni? Remo Bodei ne discute con Laura Boella e Elio Franzini.

Si parlerà di: R. Bodei, Generazioni. Età della vita, età delle cose, Laterza, Roma-Bari 2014

Con: Remo Bodei (UCLA), Laura Boella, Elio Franzini

Aula 102, ore 17.00-19.00

 

Tradurre l’amore. Un incontro su Platone

L’esperienza dell’amore percorre tutte le società e tutti i tempi, i linguaggi che la esprimono si modificano continuamente. Come conciliare la necessità di non tradire il testo con le esigenze di una nuova fruizione in continua evoluzione? Ne discutono insieme a Franco Trabattoni, Mauro Bonazzi e Matteo Nucci, traduttori per Einaudi dei due dialoghi platonici che di questo tema trattano, il Fedro e il Simposio. L’incontro con gli autori sarà seguito da un reading.

Si parlerà di: Platone, Fedro, a cura di Mauro Bonazzi, Einaudi 2011; Platone, Simposio, a cura di Matteo Nucci, Einaudi, Torino 2009

Con: Mauro Bonazzi, Matteo Nucci, Franco Trabattoni

Aula 111, ore 15.00-17.00

 

Domenica 16 novembre

Generatività, trasmissione di corpi e di culture

Generazione e formazione sono due eventi strettamente interrelati, ma cosa si forma esattamente nel processo di generazione? Cosa si trasmette nel processo di educazione? Quale differenza vi è tra filiazione naturale e produzione artificiale? Che ne è oggi dei corpi, delle identità e dei saperi? L’incontro partirà dalla lettura di un breve brano sul tema indicato. Si indagherà, attraverso un dialogo a tre voci, il tema della generazione, intesa sia come produzione del corpo dei viventi, sia come costituzione del corpo dei saperi.

Con: Carmine Di Martino, Rossella Fabbrichesi, Carlo Sini (Accademia dei Lincei)

Sala Rappresentanza, ore 11.00

 

A lezione insieme

Cosa vuol dire frequentare le lezioni in Università? Spesso le famiglie non ne hanno idea: non sanno cosa vuol dire per i loro figli e figlie trascorrere buona parte della giornata impegnati nella fatica, ma anche nell’emozione, dello studio e dell’ascolto. Per far vivere anche a coloro che in genere ne sono distanti una giornata ‘accademica’, alcuni docenti dell’Università Statale di Milano aprono le loro lezioni ai familiari e amici dei loro studenti, per condividere un po’ della loro esperienza quotidiana e capire meglio il livello del loro impegno.

Giovedì 13 novembre, ore 16.30-18.30, via Festa del Perdono 7, aula 102

Nell’ambito dei corsi di Filosofia teoretica ed Estetica, i proff. Andrea Pinotti e Paolo Spinicci terranno una lezione aperta dal titolo Il tempo e le immagini.

Venerdì 14 novembre, ore 12.30-14.30, via Festa del Perdono3, aula 515

Nell’ambito dei corsi di Antropologia sociale e di Psicologia della comunicazione ambientale (Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali), i proff. Marco Aime, Stefano Allovio, Paolo Inghilleri terranno una lezione aperta dal titolo Significato e destino dei riti di passaggio.

30 ottobre 2014
Torna ad inizio pagina