Logo Università degli Studi di Milano



 
 
Notizie  

28-29 giugno 2018: Ragion di Stato ragioni umanitarie. Genealogie e prospettive del sistema d’asilo

Foto di Giulio Piscitelli

V Conferenza Escapes – #ESCAPES2018

Ragion di Stato ragioni umanitarie. Genealogie e prospettive del sistema d’asilo

 

28-29 giugno 2018, Università degli Studi di Milano, Via S. Antonio 5, Milano.

 

Giovedì 28 Giugno 2018. 10.00 – 13.00

10.00 – 10,30 Registrazione partecipanti presso chiostro di via S. Antonio 5

10.30 – 13.00 Sessione inaugurale – Aula Pio XII, via S. Antonio 5

Saluti istituzionali

Sessione plenaria
Chair Elena Fontanari (Università degli Studi di Milano) e Barbara Pinelli (Università degli Studi di Milano-Bicocca)

Alice Bellagamba, Università degli Studi di Milano-Bicocca – Traffico di persone/schiavitù moderne, la storia del presente

Tatjana Sekulić, Università degli Studi di Milano-Bicocca – Escaping humanity

Giovedì 28 Giugno 2018. 14.00 – 16.15

Tema I: Titolari di protezione internazionale, umanitaria e “diniegati”: quali forme di inclusione e esclusione nel lungo periodo?

1) AULA S. ANTONIO IV, VIA S. ANTONIO 5
Laboratorio: Gioco di ruolo “Rotte migranti” (max. 20 partecipanti)
Conduce: Ilaria Ippolito (Ricercatrice)

2) AULA S. ANTONIO III, VIA S. ANTONIO 5
Rifugiati: dall’esclusione all’autorganizzazione
Coordinano: Giuseppe De Mola (MSF), Emanuela Dal Zotto (Università degli Studi di Pavia)

Giuseppe De Mola (MSF) – Fuori campo. L'accoglienza che esclude. Insediamenti informali di rifugiati e migranti in Italia

Antonio Stopani (Comitato Solidarietà Rifugiati e Migranti) – L’EX MOI di Torino: quale modello di inclusione possibile?

Ferdinando Gentile (Comitato Prendocasa) – Occupazioni e co-housing sociale per italiani e migranti stranieri

Francesco Vietti (Università degli Studi di Milano Bicocca) - Farsi prossimi. Potenzialità e criticità dell’accoglienza diffusa dei rifugiati nella rete diocesana italiana

Tema II: Genere, generazioni, diritti

3) AULA S. ANTONIO I, VIA S. ANTONIO 5
Genere e diritti (I): Politiche del corpo, violenza, sfere del riconoscimento
Coordinano: Barbara Pinelli e Giorgia Serughetti (Università degli Studi di Milano.Bicocca)

Giorgia Serughetti (Università degli Studi di Milano-Bicocca) – Vittime e soggetti agenti. Riflessioni critiche su genere e vulnerabilità nella migrazione

Chiara Quagliariello (Cems/Ehess, Paris) - Violenze e frontiere nel corpo. Esperienze di richiedenti asilo sub-sahariane in Italia e in Francia

Rosa Paolella e Francesca de Masi (Cooperativa BeFree – Roma) - Di imbrigliamenti e resistenze. Donne nigeriane sopravissute a tratta e protezione internazionale

Annagrazia Faraca (Ricercatrice indipendente CIDIS Onlus) - This is not my fatherland. L’escissione/mutilazione dei genitali femminili in contesto migratorio: racconti di vita di esuli nigeriane

Alessandra Brivio (Università degli Studi di Milano-Bicocca) – Prostituzione/protezione. La migrazione delle donne nigeriane dal punto di vista degli studi di africanistica e antropologia delle religioni

Tema III: Mobilità, controllo, e confini interni

4) AULA PIO XII, VIA S. ANTONIO 5
Controllo della mobilità: strutture, luoghi e pratiche di transito
Coordinano: Elena Fontanari, Lucia Gennari, Carlo Caprioglio, Francesco Ferri
Discussant: Federico Rahola (Università degli Studi di Genova)

Arianna Jacqmin (Università degli Studi di Milano) – Il "gioco di Como": dentro e fuori dal Campo

Marta Menghi (DISFOR Università di Genova) e Ivan Bonnin (Università di Roma Tre) – Ventimiglia città-frontiera: la produzione conflittuale dello spazio tra potere confinario e autonomia delle migrazioni

Michela Semprebon (Università IUAV-Venezia), Federica Dalla Pria (Fondazione Alexander Langer progetto Antenne Migranti); Serena Caroselli (Università degli Studi di Genova) – Confini mobili e (s)confinamenti sulla rotta del Brennero

Umek Dragan (Università di Trieste) – L'arcipelago dei campi profughi in Serbia: annotazioni e riflessioni da una ricerca sul campo

Tema IV: Tra Libia, Niger e Afriche subsahariane

5) AULA S. ANTONIO II, VIA S. ANTONIO 5
Tra Libia, Niger e Afriche subsahariane
Coordina: Antonio M. Morone (Università degli Studi di Pavia)
Discussant: Edouard Conte (Università di Berna)

Agostino Miozzo (Dirigente Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Protezione Civile) – Sarà la Libia la nuova Somalia del Mediterraneo?

Luca Ciabarri (Università degli Studi di Milano) – Guerra e migrazioni in Libia: trasformazioni delle migrazioni somale verso l’Europa

Alessandra Giuffrida (IRENAM, Aix-Marseille) – Dinamiche e reti migratorie tuareg tra Africa ed Europa: modelli strutturali e politiche della migrazione nella longue durée

Antonio M. Morone (Università degli Studi di Pavia) – Cosa è cambiato senza Qadhdhafi? Conflitto, politiche di contenimento, cooperazione internazionale e migrazioni tra Libia e Niger

Giovedì 28 Giugno 2018. 16.45 - 19.00

Tema I: Titolari di protezione internazionale, umanitaria e “diniegati”: quali forme di inclusione e esclusione nel lungo periodo?

6) AULA S. ANTONIO III, VIA S. ANTONIO 5
Voci di rifugiati nello spazio pubblico
Coordina: Chiara Marchetti (Università degli Studi di Milano, CIAC Onlus)

Yagoub Kibeida (Mosaico-azioni per i rifugiati), Lyas Laamari (ass. Il Grande Colibrì – Essere LGBT nel mondo) – I rifugiati fanno advocacy: la nascente Coalizione italiana di rifugiati

Hisam Allawi (Coop. World in progress) – I rifugiati ricercatori: la Peer research a Parma

Mackda Ghebremariam Tesfau, Mursal Moalin Mohamed, Enrica Mattavelli, Apollos Pedro, Vincenza Pellegrino, Silvia Vesco (Ciac onlus Parma; Università degli Studi di Parma) – I rifugiati come esperti di globalizzazione: il caso delle Lezioni aperte e della “formazione universitaria partecipata”

Lamin Drammeh (Università degli Studi di Pavia) – I rifugiati studiano all'università: l'esperienza di Pavia

Sami Samir Saleh (Pink Refugees Verona) – Rifugiati GLBTI, tra diritti di cittadinanza e visibilità

 

Tema II: Genere, generazioni, diritti

7) AULA S. ANTONIO I, VIA S. ANTONIO 12
Generazioni: culture della mobilità e spazio pubblico
Coordinano: Eduard Conte (Università di Berna) e Luca Ciabarri (Università degli Studi di Milano)

Francesca Declich (Università degli Studi di Urbino, Carlo Bo) – Coming of Age in Exile - Film documentario, 30’, 2011

Alice Bellagamba (Università degli Studi di Milano-Bicocca) – Generazioni e sviluppo locale nell'entroterra della migrazione senegalese

Aurora Massa (Università degli Studi di Trento) – La stanza mancante. La riconfigurazione del genere e della generazione nelle pratiche di fare casa dei rifugiati eritrei a Roma

Nicoletta del Franco (Università degli Studi di Parma) – Transizione all’età adulta e migrazione: giovani migranti in Bangladesh, Etiopia e Sudan

Carlotta Zanzottera (Utrecht University) – Trust between Unaccompanied Minors from Eritrea and their caregivers in The Netherlands

Tema III: Mobilità, controllo, e confini interni

8) AULA PIO XII, VIA S. ANTONIO 5
Nuove frontiere: dispositivi di controllo nei territori e sulle vite di migranti e rifugiati
Coordinano: Lucia Gennari, Carlo Caprioglio, Elena Fontanari (Univ. di Milano)

Maurizio Artero (Gran Sasso Science Institute) - Confini interni e ostacoli amministrativi al godimento del diritto d'asilo a Milano

Ignazia Bartholini (Università di Palermo) - Gestione delle frontiere e disconoscimento della violenza di prossimità

Vladimir Blaiotta - Rimpatri volontari assistiti: tra governo del ritorno e sviluppo locale. Il caso tunisino

Alice Verticelli (Northeastern University, Boston) - Confini Europei e Migrazione. Gli Effetti della Securitizzazione sui Migranti del Mediterraneo Centrale

9) AULA S. ANTONIO II, VIA S. ANTONIO 5
Al di là del confine? Società civile, pratiche di solidarietà, soggettività migranti
Coordinano: Francesco Ferri, Caterina Giacometti (Univ. di Milano)

Graziella Marturano (Università di Padova) - I richiedenti asilo alla frontiera, tra politiche di destinazione obbligata e desiderio di autodeterminazione

Osvaldo Costantini (Fondazione Bruno Kessler) - Il valore della vita e il confine del diritto. Note antropologiche sul governo europeo delle migrazioni

Silvia Marinella Fontana (Università Padova) e Alessandra Zunino (Confine Solidale) - Ventimiglia, terra di confine tra solidarietà ed emergenza: il caso della chiesa Sant'Antonio – Gianchette

Federico De Salvo (EHESS-Paris) - Il frustrante gioco della frontiera a Ventimiglia

Giovedì 28 Giugno 2018. 20.30

Aperitivo sociale presso “Rob de Matt” Via Enrico Annibale Butti, 18

Conversazione con Giulio Piscitelli, fotografo, autore del libro HARRAGA. In viaggio bruciando le frontiere (Contrasto, 2017)

Ne discutono: Luca Ciabarri e Barbara Pinelli

 

Venerdì 29 Giugno 2018. 9.30 - 12.30

WHO GOVERNS? Processi decisionali e ruolo degli esperti nelle politiche migratorie

Tavola rotonda con:

  • Maurizio Ambrosini (Università degli Studi di Milano)
  • Jean-Pierre Cassarino (Istituto di Ricerca sul Maghreb Contemporaneo IRMC, Tunisi)
  • Iside Gjergji (Università Ca’ Foscari Venezia)
  • Raffaella Greco Tonegutti (Migration and Mobility Policy Officer della Commissione Europea)
  • Gianfranco Schiavone (ASGI – EuropAsilo)

Coordinano: Luca Ciabarri e Chiara Marchetti
Aula Pio XII, via S. Antonio 5

Venerdì 29 Giugno 2018. 14.00 - 17.30

Tema I: Titolari di protezione internazionale, umanitaria e “diniegati”: quali forme di inclusione e esclusione nel lungo periodo?

10) AULA S. ANTONIO III, VIA S. ANTONIO 5
Workshop: Lavorare per l’inclusione, declinare i contesti
Coordinano: Francesca Grisot (consulente e formatrice), Chiara Marchetti (Università degli Studi di Milano, CIAC Onlus), Emanuela Dal Zotto (Università degli Studi di Pavia)

Percorsi ad ostacoli?

Francesca Grisot (consulente e formatrice) - Ritorno al futuro, a cavallo dell’Emergenza Nord Africa: i ricalchi qualitativi e l’applicazione delle buone prassi SPRAR ai centri di accoglienza straordinaria

Paolo Novak (SOAS, University of London) - L’integrazione come meccanismo di disciplinamento

Flavia Coppa (ICS Trieste) - Dietro le quinte dell'audizione

Koki Yamada (Università Ca’ Foscari Venezia) - Il paradosso degli status giudiziali: il caso di Padova

Elena Favaro (SPRAR Rondine, Comune di Padova) - Percorsi di esclusione e contenimento in territorio patavino. L’improbabile accesso in SPRAR degli ex Casa Don Gallo a cinque anni dalla “fine” dell’Emergenza Nord Africa

Federica Osti (operatrice e psicologa) - ll potere trasformativo del perturbante. Titolari di protezione internazionale, umanitaria e “diniegati”: processi di inclusione, trasformazione e integrazione sul medio-lungo periodo

Trasformazioni della realtà locale?

Carolina Galli, Elena Bodini Prarolo (Università Ca’ Foscari Venezia) - Il complesso ruolo dell’operatore nei CAS: studio nel contesto fiorentino

Elisa Tursi (Coop. Sociale Zenith) - I processi di inclusione possibili a partire dallo sguardo della società accogliente: uno studio di caso

Luider Ferney Vasquez Lopez, Adelina Roci (operatori e mediatori dell’accoglienza) - Il caso EDECO: percorsi di inclusione e interazione con la realtà patavina

Sara Forcella (esperta lingua araba, mediatrice culturale; dottoranda ISO) - L’accoglienza delle esigenze: conoscere il territorio attraverso l'arte

 

Tema II: Genere, generazioni, diritti

11) AULA S. ANTONIO I, VIA S. ANTONIO 5
Genere e diritti (II): Regimi di credibilità e legittimazione delle storie
Coordinano: Luca Ciabarri e Barbara Pinelli

Ilaria Boiano (Associazione Differenza Donna, Università di Roma Tre) - La valutazione della credibilità delle richiedenti asilo: appunti per un approccio femminista a partire dall'evoluzione giurisprudenziale penale sui di maltrattamenti e violenza sessuale

Elena Valentini (Università degli Studi di Bologna) - Il respingimento differito finalmente al cospetto della Corte Costituzionale: una pronuncia di inammissibilità dagli effetti (potenzialmente) dirompenti

Davide Biffi (Università degli Studi di Milano-Bicocca) - La co-costruzione di storie e il processo di soggettivazione nei servizi di supporto a richiedenti asilo e rifugiati

Romina Amicolo (Avvocata, Foro di Napoli) - L’intersezionalità quale antidoto alla scissione tra legalità e giustizia. La violenza domestica delle richiedenti asilo e la gender-sensitive interpretation

Silvia Vesco (CIAC onlus, Parma) - Genere e percorsi di accoglienza: esperienze empiriche e immaginazione di nuovi percorsi

Chiara Federica Pedace e Martina Millefiorini (Università degli Studi di Roma Tre) - Categorie giuridiche ed esperienza della mobilità delle donne nigeriane

Tema III: Mobilità, controllo, e confini interni

12) AULA PIO XII, VIA S. ANTONIO 5
Workshop: Confini e pratiche di resistenza: per una riflessione critica a partire dai territori
Coordinano: Elena Fontanari, Francesco Ferri, Lucia Gennari, Carlo Caprioglio, Caterina Giacometti

Introduce: Martina Tazzioli (Swansea University)
Intervengono:

  • Elio Tozzi (Borderline Sicilia)
  • Ammirati Annapaola e Sommaruga Ilaria (ASGI – Monitoraggio Serbia-Ungheria)
  • Dallari Alessandra e Alessia Albano (Collettivo No Name Kitchen - Frontiera serbo-croata)
  • Alessandra Cesari (Progetto con Autonome Schule Zurich – ASZ)
  • Marcella Cometti (Cooperativa Camelot - Progetto con Antar Mohamed Marincola di Cantieri Meticci)
  • Livio Amigoni (Collettivo 20k Ventimiglia)
  • Karla Kästner (Migration_Miteinander e.V.)

Tema IV: Tra Libia, Niger e Afriche subsahariane

13) AULA S. ANTONIO II, VIA S. ANTONIO 5

Film documentario STRANGE FISH, Giulia Bertoluzzi, 54’ (Casa di Produzione Small Boss).

Ne discutono Antonio M. Morone e Jean-Pierre Cassarino

 

Organizzazione:
Luca Ciabarri, Emanuela Dal Zotto, Elena Fontanari, Chiara Marchetti, Barbara Pinelli (Comitato scientifico); Arianna Jacqmin, Caterina Giacometti, Chiara Tasinazzo.

La partecipazione al convegno è fortemente consigliata agli allievi della Scuola di Dottorato in Filosofia e Scienze dell’Uomo.

Sono invitate a partecipare alle lezioni tutte le persone interessate. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

 

28 giugno 2018
Torna ad inizio pagina