Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Forcignanò - 2016-2017 - II semestre  

DENOMINAZIONE DEL LABORATORIO: E cosa farai, allora, della filosofia?”. Critica delle idee e metafisica nel Parmenide di Platone

DOCENTE PROPONENTE E TITOLARE: Dott. Filippo Forcignanò

ANNO ACCADEMICO: 2016-2017

SEMESTRE: II

 

DESCRIZIONE ARGOMENTO:

Il Parmenide è stato definito la più controversa opera filosofica occidentale (Figal), un insolubile enigma (Rochol), il testo più intrattabile di tutta l’opera di Platone (Ackrill), il problema più complesso dell’ermeneutica platonica (Wyller) e in altri poco incoraggianti modi. Gli studiosi non sono riusciti nemmeno ad accordarsi su quale sia l’oggetto del dialogo: le idee? i principi? una articolata proposta metafisica alternativa a quella delle opere precedenti? una svolta verso una filosofia deputata all’indagine del linguaggio? Ambizione del laboratorio è quella di leggere, pagina dopo pagina, questo meraviglioso e insieme complicato dialogo di Platone cercando di decifrarne, attraverso il confronto seminariale, lo scopo, contestualizzandolo nel dibattito sulla “teoria delle idee” che animò la scuola di Platone, l’Academia. Il laboratorio mira inoltre a fornire gli strumenti per un approccio critico al testo platonico e, più in generale, a un testo filosofico antico.

 

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO E ULTERIORI DETTAGLI

Il laboratorio avrà natura seminariale e coinvolgerà gli studenti nella lettura del testo, con la guida del docente. Qualora il numero dei frequentanti rendesse impossibile attribuire una sezione del testo a ciascuno, verrà contemplata la stesura di un elaborato breve (max. 5 cartelle). Come tutti i laboratori attivati dal Dipartimento, è a frequenza obbligatoria.

Il laboratorio è consigliato alle matricole e non richiede la conoscenza del greco, sebbene possa capitare che il docente faccia riferimento al testo originale per una migliore comprensione dell’opera. È auspicabile (ma non vincolante) la conoscenza dell’inglese (i.e. capacità di lettura di letteratura secondaria in originale). Non è necessario aver già sostenuto un’annualità di Storia della filosofia antica.

 

TESTI DI RIFERIMENTO:

Tutte le principali traduzioni reperibili in commercio sono accettate, ma sarà utilizzata dal docente la seguente: Platone, Parmenide, a cura di F. Ferrari, Bur, Milano 2004.

 

DATA DI INIZIO: giovedì 23 febbraio 2017, ore 8.30,  S.Sofia M402

Torna ad inizio pagina