Logo Università degli Studi di Milano



 
 

PIS – Performing Identities Studies  

PIS Logo

PIS – Performing Identities Studies LAB di Ateneo studia le dinamiche performative dell’identità prendendo in esame le condizioni epistemiche, i dispositivi e gli oggetti materiali che partecipano ai processi di soggettivazione. Assume una rinnovata prospettiva materialista e lavora con un approccio interdisciplinare tra estetica, teoria dei media e antropologia culturale.

PIS coordina un seminario con focus annuale che si svolge con cadenza mensile nel II semestre e comprende cinque incontri tenuti da studiosi internazionali le cui conferenze sono aperte al pubblico e specialmente dedicate ai dottorandi in Filosofia e Scienze dell’Uomo.

PIS 2020-2021: The Statue  

PIS – Performing Identities Seminar 2020-2021

The Statue


Carlo Severi
(EHESS, Paris)
Pietra Viva, movimento implicito, parer vivo e antropologia dell’arte
Zoom - 9 marzo, 17:00/19.00

Ivan Bargna (Università Bocconi, Milano)
Biografia e vita sociale degli edifici. Il caso del nemo di Bandjoun (Camerun)
Zoom - 30 marzo, 17:00/19.00

Jesus Ortiz (IIT, Genova)
The aesthetics of exoscheletons
Zoom - 27 aprile, 17:00/19.00

Nicola Liberati (Jiao Tong, Shanghai)
New ways of “being in touch”. A phenomenological analysis of the use of haptic devices for intimate relations
Zoom - 18 maggio, 17:00/19.00

Caroline van Eck (King’s College, Cambridge)
“Ah, je me sens”. Sculpture viewing in the 19th century in Rome and Paris
Zoom - 8 giugno, 17:00/19.00

The cycle of meetings is part of the didactic proposal of the Doctorate in Philosophy and Human Sciences.

 

18 novembre 2021: La collezione speciale PIS. Biblioteca e ricercatori del futuro a dialogo

Incontro pubblico in collaborazione con BookCity e con la Biblioteca di Filosofia. Aula 111, settore didattico di via Festa del Perdono 3, ore 12.30-14.30. Presentazione della collezione speciale PIS (Performing Identities Studies), la prima realizzazione sperimentale di una collezione interdisciplinare digitale e in progress: continuamente aggiornata e proposta in forma di vetrina virtuale, rappresenta un esempio di valorizzazione di diverse bibliografie specialistiche selezionate per costruire una bibliografia tematica attraverso il discovery tool istituzionale, così da far saltare i confini disciplinari a vantaggio di un nuovo oggetto di ricerca e di un nuovo linguaggio teorico: la natura performativa dell’identità.

Torna ad inizio pagina